Caroso Festival - XXVII Edizione
Caroso Festival
Officine Ceccacci OC Progetti
4 agosto - 7 agosto
facebook twitter

04 Ago 2022

YVNNE ZEHNER (chitarra) - THERESIA BOTHE (voce)

CAROSO FESTIVAL Sermoneta 21,00

YVNNE ZEHNER (chitarra) - THERESIA BOTHE (voce)

Suoni Mediterranei

 Il Mediterraneo ha prodotto molte culture diverse, ma la loro espressione musicale si unisce a un sentimento comune. Insieme, i musicisti Theresia Bothe (voce) e Yvonne Zehner (chitarra) sono alla ricerca del nucleo del contenuto musicale di ogni canzone. Gli arrangiamenti e le interpretazioni derivano dalla loro prospettiva personale. Qui, la musica classica e tradizionale viene portata in una coesistenza coerente in modo libero ed espressivo. 

 

Al programma:  Con le sue canzoni Federico Garcia Lorca ha contribuito al patrimonio culturale della Spagna e ha dato nuova vita alle canzoni di antiche tradizioni. Un chiaro esempio è "Las Morillas de Jaen". Questa canzone originariamente appartiene alla pubblicazione "Cancionero de Palacio", che è stata scritta nel XV e XVI secolo. Sul nostro CD presentiamo una versione in cui la prima strofa viene eseguita come originariamente in tre parti "Villancico", la chitarra conduce quindi all'editing Lorcas.   Le canzoni di Philippe Verdelot sono composizioni originali in quattro parti. Presentiamo le tre parti inferiori suonate dalla chitarra, mentre quella superiore è cantata. Questo stile polifonico, introdotto dalla Fantasia X di Francesco da Milano, apre l'anima per navigare su onde che ci portano su coste sconosciute.   La raccolta di canzoni di Giovanni Stefan "Affetti Amorosi" fu pubblicata nel 1621 a Venezia. Abbiamo focalizzato la nostra attenzione sul personaggio dell'amante tradito che, nella "Storia dell'amante tradito" che abbiamo inventato, esprime i suoi sentimenti intimi in una composizione drammatica di una sequenza di canzoni. "Toccata Arpeggiata" di Giovanni Girolamo Kapsberger, con le sue armonie incredibilmente fantasiose, sembra esprimere questi mondi emotivi nel loro linguaggio musicale. Il Mediterraneo parla anche di persecuzioni ed esclusioni, di adattamento e sopravvivenza. Nella storia dell'Europa cristiana, una comunità ha sicuramente sofferto di più: l'ebreo. Le loro storie sono sopravvissute a secoli nelle loro canzoni sefardite, ma la nostalgia, la gioia e la speranza che riflettono possono ancora toccarci profondamente.

 

Caroso Festival © 2022 - Tutti i diritti riservati - Realizzato da Viscom.it